Carrello EUR
Di nuovo disponibili: LevlUp Hydration Drink in bottiglia! - Allo Shop
Rage Quit

Un "rage-quit" si riferisce alla fine o all'abbandono di una partita in preda alla rabbia prima della fine regolare.

 

Il Rage Quit (rq in breve) è particolarmente comune nei giochi online con una forte attenzione al gioco di squadra e alla competizione. Ad esempio, in Call Of Duty o Fifa ci sono molti cosiddetti "rage quitter", mentre sono piuttosto rari nei giochi di ruolo lenti.

 

Nella maggior parte dei casi, la rabbia sparisce lentamente. Spesso c'è un trigger, seguito da una fase in cui il giocatore diventa sempre più agitato. Ad un certo punto il giocatore esplode, il tutto finisce in un attacco di rabbia. Questo processo graduale spesso rende relativamente facile distinguere un rage quitter da una semplice "disconnessione".

 

Ci sono infinite ragioni per ragequitting. Spesso il problema è l'atteggiamento del giocatore nella situazione in questione, piuttosto che i problemi reali nel gioco. Non importa se si tratta di un paio di round sfortunati, compagni di squadra presumibilmente incompetenti, morte dello stesso giocatore più e più volte, ritardi e bug o come reazione a un insulto nella chat. Chi è facilmente irritabile trova sempre un motivo per abbandonare il gioco in anticipo. Spesso accompagnato da tastiere, mouse o controller volanti.

 

A seconda di quanto seriamente si prende un gioco, alcuni giocatori spesso trovano che la rage quit di un giocatore sia divertente e la usano come un'opportunità per provocare ancora di più il compagno di squadra.

 

D'altra parte se sei molto coinvolto, vedi reali possibilità di vincere e c'è molto in gioco, alla squadra non piacerà una rage quit, dal momento che una partita con un numero minore di giocatori non sarà d'aiuto. Per questo motivo, i produttori di giochi spesso puniscono chi rinuncia alla partita a causa della rabbia per mantenere alta l'esperienza di gioco della comunità e degli altri giocatori.