Carrello EUR
Da lunedì: release della Summer Edition 2022 + sconto del 22% su tutto con il codice: SUMMER
Inting

Inting sta per "intentional feeding" e descrive un'azione in cui un giocatore perde di proposito per danneggiare la propria squadra.

Anche se il cosiddetto "intare" ha le sue origini in League of Legends, ora viene utilizzato in molte altre community e usato come termine generico per una varietà di azioni. 

Originariamente era usato per descrivere qualcuno che muore continuamente di proposito, per danneggiare la propria squadra e trollare i compagni. Attualmente l'inting è usato per ogni sorta di cose e ha quasi perso il suo significato originale. Oggi si usa, per esempio, quando i giocatori muoiono, si posizionano male, semplicemente giocano male o commettono molti errori.


L'inting è stato reso famoso da Tyler1, uno dei più grandi streamer di LoL di tutti i tempi. Era noto per abbandonare immediatamente quando una partita non andava come voluto o non gli piaceva un compagno di squadra. In questo caso, spesso tendeva a correre verso la torre avversaria nel mezzo, perdendo la partita di proposito.

Oggi intare è vietato e fa bannare diversi giocatori, come fu per Tyler1. Sfortunatamente, l'utilizzo di questa pratica da parte di alcuni giocatori fa sì che i veri fan di LoL si dedichino ad un altro gioco ed è per questo che Riot Games ora punisce l'intare molto severamente. 

Per questo motivo, negli anni si è sviluppato il "soft inting", una tattica con lo stesso obiettivo, ma dove si cerca di perdere in modo poco appariscente e attraverso errori stupidi e trollare i compagni di squadra.